Pareri
gratuiti on line!

Un team di esperti al tuo servizio

Odontoiatria
legale

Hai subito un danno dentario da
sinistro stradale o in seguito ad una errata
cura del tuo dentista?

Medicina
Legale

Competente stima del danno alla persona
in tutte le branche mediche

 

  • Vieni a trovarci per una visita gratuita >>

    Contattaci

Ultime notizie dal Blog

    • 20 NOV 16
    • 1

    Sentenza n. 12996 del 23 giugno 2016 Cass. Civ. Sez III°

    Falso dentista che sbaglia non paga i danni al paziente che fa valere la responsabilità contrattuale La nullità del contratto, rilevabile di ufficio, comporta il rigetto delle pretese risarcitorie se non è stata avanzata domanda di responsabilità extracontrattuale Talvolta la legge e la tutela dei diritti presuppongono il rispetto di meccanismi intricati che possono far

    Leggi Tutto →
    • 26 FEB 17
    • 2

    Odontoiatria legale – Sentenza Cassazione Civile (17405/2016)

    Si segnala una recente sentenza della Cassazione in tema di responsabilità odontoiatrica nella quale si afferma che il dentista è «incolpevole» se il paziente accetta i rischi e decide di procedere laddove, spesso, si ha esclusivo riguardo alla responsabilità del medico operante e si omette di prendere in considerazione il comportamento talune volte colpevole del

    Leggi Tutto →
    • 26 FEB 17
    • 3

    Onere della prova invertito se la cartella clinica è incompleta?

      Interessante sentenza della Cassazione Civile, (sez. III, 31/03/2016  - n° 6209) che ribadisce l’importanza della cartella clinica nel contenzioso riguardante la responsabilità professionale. Anche se nella fattispecie trattasi di struttura pubblica, ove incombe l’obbligo giuridico relativo all’atto, appare utile rammentare che anche in ambito libero professionale odontoiatrico, per il principio della vicinanza della prova,

    Leggi Tutto →
    • 26 FEB 17
    • 3

    Odontoiatria legale. Sent. 17656/2016 Cass. IV° Sez. Pen.

    Dentista assolto per mancanza di nesso causale: ignaro dell’allergia della paziente. Se il paziente non comunica, anche perché non gli è stata diagnosticata in precedenza una patologia (in questo caso l’Mcs, Sensibilità chimica multipla) o un’allergia, il medico non ha colpa per le eventuali conseguenze. In particolare, quando sia esclusa la sussistenza di una prova

    Leggi Tutto →